A volte ritornano

Andrea Ranocchia si riprende l'Inter alla prima da titolare

A volte ritornano

A volte ritornano

2017-12-03 20:04:51

Ci sono salite e discesa, ci sono momenti al top e momenti decisamente meno top, ci sono campionati nei quali sembri Maldini, Nesta e ci sono altri nei quali fai fatica pure a scendere tra gli undici.

Andrea Ranocchia è questo, è stato sempre alla ribalta. Ha bruciato le tappe ad Arezzo, ha impressionato a Bari in tandem con Leonardo Bonucci poi la grande chance all'Inter post triplete. E' qui l'inizio è diventato la fine. Doveva essere il nuovo centrale su cui costruire futuri traguardi, in realtà si è rivelato forse per quello che è sempre stato, un ragazzo giovane, timido e ancora non pronto emotivamente per il grandissimo salto. Troppo pesante la maglia e la fascia da capitano dell'Inter, troppo pesante entrare nella scala del calcio.




Non ha mollato però Andrea. Ha saputo ritagliarsi un ruolo, cucito addosso da Spalletti. Lo ha difeso sin da Riscone, lo ha coccolato, motivato e infine dato fiducia nel match che doveva segnare il sorpasso e la conquista della vetta. E Andrea non lo ha tradito. 90 minuti di sostanza, occasioni pure di timbrare il cartellino contro il Chievo Verona. Non sarà una finale di Champions League ma è comunque il punto di partenza per una carriera che fin troppo presto è stata data per finita.



Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Inserire un indirizzo e-mail valido

Top