Il lampo sotto il sette

Il lampo sotto il sette

Il lampo sotto il sette

2018-02-27 21:26:47

Messi, Dybala, Robben, Pirlo solo per citare alcuni dei più famosi interpreti del tiro a giro. Non è un tiro come un altro, non può esserlo perché racchiude in sé: precisione, bellezza e poesia.

Del Piero fu forse il primo in assoluto, celebri i suoi gol a "giro". Addirittura le sue prodezze gli valsero anche l'appellativo di "gol alla Del Piero". Diventò un marchio di fabbrica, un modo chiaro e preciso per riconoscere e distinguere questo tiro.

Lo rese magico e oggi ci sono altri interpreti che si mettono alla prova con risultati davvero eccezionali. Lorenzo Insigne, "il Magnifico" non a caso, lo estrae con regolarità e i tifosi napoletani non fanno tempo di applaudirlo che Lorenzo poi li stupisce nuovamente.

Le abilità e il talento si confondono alla tecnica di base, fondamentale per un buon tiro a giro.

Devi posizionarti sulla palla leggermente angolato, ricordati di colpire la sfera con l'interno del piede, non dimenticando di posizionare il tuo corpo verso l'obbiettivo. Posiziona il piede d'appoggio (ovvero il piede che non usi per calciare) verso la direzione dell'effetto di modo che, nel momento in cui calcerai la palla con l'interno del piede, entrambi i piedi saranno pressoché paralleli. Tieni il braccio largo sul lato del piede d'appoggio così da aumentare il tuo equilibrio e la precisione del tuo tiro. Colpisci poi la palla con l'interno del piede nel punto in cui le dita si congiungono al piede. Mi raccomando non muovere il piede d'appoggio, se possibile, e cerca di mantenere il tuo equilibrio aiutandoti con le braccia e il resto del corpo. Continua poi il gesto tecnico accompagnando il movimento con tutto il tuo corpo così da ottenere il risultato migliore.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Inserire un indirizzo e-mail valido

Top