Blog

News

Si torna in campo!

Gennaio tempo di ripresa. La Befana si sa mette la parola fine sul periodo natalizio e sulla prima parte della stagione. La ripresa dei campionati non è avvenuta totalmente.JUNIORES NAZIONALE GIRONE E - Il Rimini nella settimana del ritorno della gloriosa maglia a scacchi parte a razzo nel 2018 e trionfa contro il Lentigione per 2-1. Cade la Juniores del San Marino che in casa dell'Ambrosiana non va oltre il 3-1. Per i Titani il gol della bandiera viene griffato da Giordano John Bardeggia. La Juniores del Forlì imita quella del Rimini e strappa i tre punti contro Castelvetro: 3-1 il finale in un match a senso unico per i giovani galletti. Pioggia di gol della Correggese sul malcapitato Santarcangelo, KO con un parziale di 7-0. JUNIORES REGIONALE GIRONE G - La San Marino Academy espugna la Giovane Cattolica grazie alle reti di Andrea Rossi e Matteo Moretti. Stesso verdetto per la Fya Riccione che fa valere il fattore campo contro il Gambettola. Cristian Crescentini e Luca Cecchetti non lasciano scampo agli avversari.

115 volte Hamsik

115 gol per un centrocampista, se pur dalle spiccate doti offensive, sono un bottino di grandissimo livello. >>1:33 il 115° gol di Hamsik in azzurro<<Jorginho-Mertens-Hamsik: triangolo ad ampio raggio e folgore sotto la traversa di Marek. "Mare Chiaro" taglia il traguardo contro il Torino e si issa al pari dell'inarrivabile Diego Armando Maradona, lassù in cima tra i cannonieri all'ombra del Vesuvio.Sono ormai 10 anni che il San Paolo applaude le gesta del fuoriclasse slovacco, arrivato in punta di piedi e ora pedina fondamentale nello scacchiere di Sarri. E' una mezz'ala atipica con i tagli verticali quale arma principale. Piedi raffinati, tiro improvviso dalla lunga e media distanza, un "tuttocampista" capace di diventare il riferimento di un'intera città. E' stato uno dei grandi artefici della risalita del Napoli, una volta raggiunta la Serie A. Ha avuto offerte per approdare verso altri lidi, ma Marek ha sempre scelto Napoli.Era il 16 settembre 2007, avversario la Sampdoria e al minuto 76 Marek Hamsik griffa per la prima volta il tabellino. Non è un gol fortuito, è un'autentica prodezza. Dribbling secco sul diretto avversario ed anticipo di punta nel palo lontano: destrezza, precisione e opportunismo, c'è tutto in Marek. >>2:10 il 1° gol di Hamsik in azzurro<< Seguiranno altre 114 perle per un giocatore esempio di lealtà ed attaccamento a colori e città. Napoli è sempre più Marek ed Hamsik è sempre più Napoli. Un duo indissolubile, un binomio d'autore.

Cristiano Ronaldo V

C'è Messi e c'è Cristiano Ronaldo, ci sono i campioni, e ci sono i fenomeni. Ci sono due assi che dal 2008 dominano senza soluzioni di continuità il panorama nazionale e internazionale del pallone. Il 2017 non poteva esimersi da questo trend. E' difficile spezzare la potenza di CR7, è solo difficile pensare di arginare il talento del portoghese, classe 85. Sono cinque i Ballon d'oro (pallone d'oro) per una carriera costellata di trionfi. Poker di successi nella Uefa Champions League, Tris di affermazioni nel Mondiale per Club, due successi nella Supercoppa Europea e un titolo di Campione d'Europa con il suo Portogallo, solo per citare i successi fuori dai confini nazionali, altrimenti sarebbe un elenco smisurato. Non è solo un attaccante da mille e una notte, è un giocatore-glamour, un "influencer" delle nuove generazioni ma ha saputo ritagliarsi, senza poco clamore, un ruolo anche nel sociale, a sostegno dei meno fortunati e questo che lo rende uno dei migliori, se non il migliore insieme a Leo.

A volte ritornano

Ci sono salite e discesa, ci sono momenti al top e momenti decisamente meno top, ci sono campionati nei quali sembri Maldini, Nesta e ci sono altri nei quali fai fatica pure a scendere tra gli undici. Andrea Ranocchia è questo, è stato sempre alla ribalta. Ha bruciato le tappe ad Arezzo, ha impressionato a Bari in tandem con Leonardo Bonucci poi la grande chance all'Inter post triplete. E' qui l'inizio è diventato la fine. Doveva essere il nuovo centrale su cui costruire futuri traguardi, in realtà si è rivelato forse per quello che è sempre stato, un ragazzo giovane, timido e ancora non pronto emotivamente per il grandissimo salto. Troppo pesante la maglia e la fascia da capitano dell'Inter, troppo pesante entrare nella scala del calcio.Non ha mollato però Andrea. Ha saputo ritagliarsi un ruolo, cucito addosso da Spalletti. Lo ha difeso sin da Riscone, lo ha coccolato, motivato e infine dato fiducia nel match che doveva segnare il sorpasso e la conquista della vetta. E Andrea non lo ha tradito. 90 minuti di sostanza, occasioni pure di timbrare il cartellino contro il Chievo Verona. Non sarà una finale di Champions League ma è comunque il punto di partenza per una carriera che fin troppo presto è stata data per finita.

L'essere bionico

Marziano, bionico, unico, gli aggettivi si sprecano perché quando si parla di Ibrahimovic, c'è sempre lo straordinario e l'irrazionale nel mezzo. Sono passati poco meno di sette mesi dopo l'infortunio al ginocchio, subito in Europa League contro l'Anderlecht lo scorso 20 aprile: rottura crociato anteriore del ginocchio destro, diagnosi terribile per un atleta classe 1981 e non solo perché spesso segna la deadline della carriera. Non è però un atleta ordinario, è uno dei più grandi calciatori del millennio. Minuto 77 è il minuto della nuova rinascita, il "cinque" a Anthony Martial, quando la partita contro il Newcastle era tutt'altro che decisa (risultato finale 4-1 per i Red Devils).L'operazione negli USA, la riabilitazione "social" in tempi record e il rinnovo con lo United, praticamente a carta bianca, Ibrahimovic sempre al centro di tutto, una calamita mediatica.Lo Special One lo aveva detto e ridetto, Manchester United è Ibrahimovic e il Suo "10" era pronto per aspettarlo perché Ibrahimovic è il calcio e il calcio senza Ibrahimovic non è decisamente la stessa cosa. #Dylan@deklan26

Cronaca della trasferta della Nazionale Under 19 del Titano in Croazia

Croazia, Danimarca e Lettonia: tre sfide impegnative contro tre realtà di livello del panorama europeo. Test impegnativi per i ragazzi di Pietro Rossi. E' mancato l'acuto, il gol che poteva rendere indimenticabile ancor di più la trasferta in terra balcanica.La Croazia si dimostra in auge e i Perisic e Modric di domani rifilano un tris ai biancazzurri. Kulenović si prende i riflettori con due rete segnati, Nejašmić fissa il 3-0 finale. Non c'è solo la Croazia perché il nuovo corso biancazzurro ha nella intraprendenza il filo conduttore. L'attaccante Nanni ci prova di testa ma la mira non è all'altezza dello stacco. Anche la Danimarca non lascia scampo ai biancazzurrini e passa con un secco 4-0. Wind apre il poker, ottimamente servito da Sørensen, Andersen segna il raddoppio. Nel secondo tempo i danesi arrotondano con Jørgensen e con la stella della primavera dell'Inter, Jens Odgaard con un preciso sinistro dal limite che inganna Colonna. E' sempre Tomassini, l'uomo più pericoloso nell'area di rigore scandinava e il suo colpo di testa nel primo tempo dà solo l'illusione del gol. La Lettonia è il capolinea del girone di qualificazione ad Euro 2018: 4-0, passivo importante che vale il pass per la Lettonia al prossimo turno di qualificazione. Passivo a tratti eccessivo anche perché i biancazzurrini rispondono colpo su colpo. Dolcini asseconda il movimento in profondità di Nanni, Tomassini è ottimamente appostato in mezzo all'area ma fallisce il tap-in da due passi. Come spesso accade anche per i più grandi, gli ultimi minuti del primo tempo sono letali. Tobers rispetta la statistica e porta in vantaggio i suoi con un destro sotto la traversa. Non può nulla Colonna sul tiro ravvicinato di Samoilov. Il tris è griffato Regža, abile a ribadire in rete la corta respinta di Colonna. Intorno alla mezzora Puriņš colpisce ancora.E' l'epilogo della trasferta croata, terminata con un bilancio complessivo di tre sconfitte ma ottimi comunque sono gli spunti per i giovani calciatori del domani. C'è da lavorare ma il "materiale umano" è di ottima fattura.Foto tratte dall'account di Flickr della ©FSGC.

FIFA U-17 World Cup India 2017: Inghilterra a valanga sulla Spagna

UNA FINALE A SENSO UNICO - L'Inghilterra non vince la rassegna iridata Under 17 di scena in India, ma domina e liquida la Spagna, quasi mai sul rettangolo: un KO rumoroso e poco preventivabile. Inizio tutto di marca iberica, Gomez griffa due reti in poco più di 20 minuti e sembra indirizzare la partita verso i suoi. Sembra perchè a un minuto dal gong del primo tempo, Brewster avvia la rimonta, completata ad inizio ripresa da Gibbs-White. Partita avvincente ma la Spagna progressivamente evapora e l'Inghilterra si prende tutto, partita e trofeo. In successione Foden, Guehi, e lo stesso Foden completano la goleada. Partita strepitosa per i ragazzi inglesi, decisamente un incubo per quelli spagnoli. Primo acuto dell'Inghilterra mentre continua la maledizione per la Spagna, per la quarta volta giunta seconda nella rassegna (1991, 2003, 2007 e 2017). INGHILTERRA U-17 (4-2-3-1): Anderson; Sessgnon, Latibeaudire, Guehi, Panzo; Oakley-Boothe (dal 90' Gomes), McEachran (dal 85' Gallagher); Foden, Gibbs-White (dal 81' Kirby), Hudons-Odoi; Brewster.SPAGNA U-17 (4-2-3-1): Fernandez; Morey, Victor, Guillamon, Miranda; Blanco (dal 81' Beitia), Moha (dal 85' Diaz); Torres, Cesar (dal 72' Alonso), Gomez; Ruiz.Marcatori: 10' e 31' Gomez (S), 44' Brewster (I), 58' Gibbs-White (I), 69' e 88' Foden (I), 84' Guehi (I)FINALINA - Il Brasile regola il Mali e si issa al terzo posto. Souza e Yuri Alberto timbrano la finale del terzo posto. Al Mali rimane il quarto posto e il riconoscimento di sorpresa del torneo. #Dylan@Deklan26

Golee in visita al Progresso

Durante il periodo invernale eravamo andati a trovare una Società nel bolognese il cui settore giovanile è in continua crescita, il ProgressoAbbiamo intervistato i giovanissimi ed il loro mister durante il nostro servizioEcco le interviste:Ai calciatoriAl mister

Terminato il Memorial Crescentini - video interviste

E' appena terminato la prima edizione del memorial Federico Crescentini. Riviviamo insieme tutti i momenti migliori del torneoEcco l'intervista ai ragazzi giovanissimi della Juventus nella partita dopo la partita del girone contro il Benfica (vinta 6-3)L'intervista al 7 del Milan durante la partita contro la Dinamo Kiev (terminata 5 a 1 in favore dei rossoneri)L'intervista ai ragazzi del Cesena dopo la vittoria per 3 reti ad uno contro la Dinamo Kiev:L'intervista al portierone dell'Atalanta dopo la partita pareggiata contro la Juventus e vinta ai rigori grazie alla sua parata decisivaL'intervista ai ragazzi del Milan dopo la partita contro la Dinamo Kiev (senza peli sulla lingua) dove ci confessano di avere qualche inciucio amoroso! L'intervista ai vincitori della Juventus dopo la partita contro il MilanLe assurde abilità di Leo Bevilacqua, bomber della JuventusQuando il bomber della Juventus Leo Bevilacqua è uscito dal campo infortunato, la sua squadra stava perdendo 2-0. La Juventus ha poi vinto la partita 6-3. "Infortunati più spesso, Leo" cit. Il Cesena scopre di essere passato come miglior seconda!Amore e odio tra Milan e Cesena che, dopo la partita già disputata, scoprono di ridoversi incontrare in semifinale. Guarda tutti i risultati del torneo cliccando qui!

Categorie
Tags
iscrizione recupero fasedirecupero riposo autostima mentalitàvincente fairplay consiglialimentari allenamento infortuni riabilitazione caviglia calcioestero tikitaka calciospagnolo scuola professori sponsorizzazioni pubblicità ASD SSD carlosbacca youthleague championsleague golee giovanissimi sammaurese accademiariminicalciovb colonnellarimini juniorcoriano rimini novafeltriacalcio polisportivastella professionisti nazionali u15 seriea serieb legapro provinciali visnovafeltria Rimini1912 JuniorCoriano calciogiovanile Marche juniores allievi Macerata AscoliPiceno Fermo under17 risultati 4 giornata under16 berretti under15 nazionale U19 germania bundesliga emiliaromagna forlicesena ravenna marche pesarourbino giovanili interprovinciali Toscana regionali toscana primavera 5^giornata 4^giornata santarcangelo calcio gol regionale sperimentale serieA serieB 6^giornata 7^giornata calciodilettante gironeB beretti campionato juventus torino serieaeb U18 regnounito premierleague spagna real realmadrid futbol uefa napoli celtavigo premier dilettanti calciogiovanileprovinciali atalanta capone liga juveniles villareal blancos ragazzi pallone highlights partita fenomeni incredibile youth league calcioinglese tutorial calciatori scouting player porto uyl campionatoregionale sfide meglio peggio allievinazionali ManchesterCity Chelsea campionatoinglese bomber intervista esordienti icarotv Rimini #golee#giovanissimi#calcio#femminile #golee#esordienti#rivazzurra #golee#calciofemminile#ragazze Wolfsburg HertaBerlino Regionali #golee#giovanissimi#calcio #golee#esordienti#ragazzi sassuolo parma rimini1912 accademiariminicalcioVB #golee#giovanissimi#mezzano #golee#giovanissimi#mezzanoportoreno #golee#primavera#campionato#juventus#torino derby pulcini poggioberni Bundesliga Premierleague azzurra cesena juniorcalciotv social corner Poerio Parma atleticoviserba faseprimaverile Castelvetro viareggio bari ProgettoIntesaAllCamp CampionatoRegionaleEmiliaRomagna fiorentina castellarano cup club brugge Formigine Paradigna viareggiocup juniorgambettola memorial crescentini Juventus torneo memorialbellavista Golee Pesaro Torneo mezzano Islanda Inghilterra Europei progresso calciofemminile italia calciomalato calciopoli #golee#calcio#seriea#calendarioignorante#calcioeignoranza #golee#calcio#citycampgranata#giovanicampioni#almajuventusfano Neymar Barcellona #golee#calcio#supercoppa#tifosi #golee#calcio#primavera#primasquadra #golee#giovani#promesse#fallimento#calcio #golee#qualificazionimondiali#horro#papere#calcio #golee#calcio#operai#campioni#lavoro #golee#calcio#championsleague#barcellona#juventus#messi#dybala riminiunited u20 giovani fantacalcio formazione RobertoCarlos RealMadrid Inter FeliceCentofanti dylan campionati BarcellonaCatalognaDylanMessiNeymarTiki-TakaChampionsLeagueIniestaXaviGuardiola #Essam#El-Hadary#Egitto#Nazionali#Mondiali#Esordio#Veterano#Senatore#Record IcardiInterDerbyDylanTriplettaWandaMilanDonnarummaTagliaventorigoreSerieA AndreaPirloInterMilanDylanJuventusNazionaleCoppadelMondoChampionsLeagueSeriaA MondialeUnder17IndiaItaliaNigeriaBrasileCanadaSpagnaMaliInghilterra InghilterraSpagnaFIFAU-17WorldCupIndia2017 ParmaSerieACrespoBuffonThuramCoppaUefaJuventus interjuventusromamilanlazionapolipinzolodimarousamessicorisconedibrunicoauronzovarese U19SanMarinoCroaziaDanimarcaLettoniaPerisicModricTomassiniNanniRossi BuffonSveziaItaliaRussia2018Germania2006IniestaSpagnaFranciaTrezeguetOlandaBelgio AlbertoMenghiSerenissimaallenatoreUefaC DamianoBelliniarbitroCollinaModena IbrahimoviccrociatoManchesterUnitedNewcastleback SivigliaLiverpoolcancroBerizzo PellegriGenoaJuventusLazioRomaVeronaKeanTorino AlessandroD'AddarioRiminiSanMarinoUnder21RepubblicaCeca BorussiaDortmundSchalke04derby RanocchiaInterChievo BrignoliMilanBeneventogoleadorportiere JulioCesarInterBenficaTripleteChampionsLeagueMourinho CristianoRonaldoCR7MessiPalloned'orocinque MessiArgentina InterPordenoneCoppaItaliaOttavoSanSiroSerieASerieBNagatomoPerilliPadelli AlessandroContiJuventusSanMarinoCalcioCentrocampista NapoliHamsikMaradona SanMarinoAcademyRiminiForlì PortiereBuffonNeuerHandanovicYashinparatatuffo JustinKluivertPatrickAjaxAmsterdamtriplettaEredivisie
Carica altre news

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Inserire un indirizzo e-mail valido

Top